Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag gnu

GRUB 2.00 è annunciato da Vladimir Serbinenko per la versione stabile

pubblicato da Federico Moretti

GNU GRUBGNU GRUB, il boot loader più diffuso su Linux, è arrivato finalmente all’attesissima versione 2.00. È Vladimir Serbinenko a darne l’annuncio: le novità, anche rispetto ai rilasci sperimentali, sono consistenti. La più evidente per tutti è il nuovo tema predefinito, Starfield, che sostituisce la grafica elementare del menù con un’interfaccia a immagini. È il primo tema ufficiale mai realizzato. GRUB2 utilizza le informazioni provviste dalle Extended Display Identification Data (EDID) per determinare la risoluzione in automatico.

Entrando nel merito dell’aggiornamento, GRUB2 estende il supporto a Itanium, Fuloong2F, Fuloong2E – privo del firmware – ARCS e MIPS via QEMU-KVM. Yeeloong era già supportato. La selezione automatica del sistema d’avvio predefinito, per motivi di sicurezza, è stata bloccata in presenza di super-utenti. I driver includono EHCI, AHCI, ESCC, IEEE1275, EFI e uno stack di rete per BIOS, IEEE1275, EMU ed EFI. È stato aggiunto anche il supporto a VBE per Coreboot. Numerosi i file system che possono essere gestiti con grub-mount e FUSE.

Ad esempio, GRUB 2.00 supporta l’avvio dai file system formattati con Btrfs e la compressione dell’algoritmo LZO attiva. Tra i nuovi protocolli, sono supportati Drawin 11 per Mac OS X Lion, FreeDOS e Plan9: l’aggiornamento prevede un’auto-configurazione basilare per Illumos. È stato rimosso grub-mkdevicemap: il riconoscimento dei dispositivi è invocato da tutti gli strumenti. La localizzazione linguistica è garantita in runtime alla creazione di grub.cfg e GNU GRUB2 inizia a supportare la compilazione con la toolchain di Apple.

Via | LWN

....
condividi 1 Commenti

Richard Stallman è stato la vittima illustre di un furto in Argentina

pubblicato da Federico Moretti

Universidad de Buenos AiresRichard Stallman (AKA “rms”) è stato derubato della propria borsa, a seguito di un intervento tenuto presso l’Universidad de Buenos Aires riguardante il free software. Tra gli effetti personali, oltre al portatile è stato sottratto il passaporto di Stallman — che sarebbe dovuto volare in Brasile subito dopo la conferenza. A dare la notizia, in lingua inglese, è stato Guillermo Rauch: lo sviluppatore non era fisicamente presente all’evento e – per riportare l’accaduto – s’è affidato alla descrizione del Partido Pirata argentino.

Stallman è rimasto molto provato dall’inconveniente: i presenti lo descrivono come un uomo sconvolto, arrivato a percuotersi ripetutamente la testa dandosi dello stupido finendo per sedersi in un angolo dell’università a piangere. La crisi di Stallman non è dovuta tanto al fattore economico – tant’è che è partita subito una gara di solidarietà per ricomprargli il portatile – quanto all’impossibilità di recarsi in Brasile per mantenere gli impegni presi. Il furto del passaporto richiede una settimana d’attesa presso l’ambasciata.

Peraltro, il “guru” statunitense del free software ha un’idea piuttosto radicale nei confronti della pubblica amministrazione e farebbe volentieri a meno persino della carta d’identità. Rifare il passaporto deve essergli costato caro, a prescindere dalla carta da bollo. Rauch chiosa con una definizione particolarmente condivisibile di Stallman: nonostante la personalità controversa, è stato d’ispirazione per innumerevoli persone in tutto il mondo. Immaginarlo disperato è qualcosa di spiacevole per l’intera comunità open source.

Via | Guillermo Rauch

....
condividi 1 Commenti

Intel vuole collaborare allo sviluppo di GCC ed affini

pubblicato da Lpt on fire!

Recentemente Melanie Blower, per conto di Intel, ha richiesto i moduli da firmare per aiutare a portare avanti lo sviluppo di gcc ed altri progetti satelliti come binutils, gdb e glibc.

Con lei, Intel assegnerà altri 2 programmatori a questo compito. Una svolta per l’azienda che fino ad ora aveva collaborato in altri progetti, come Xorg e moblin, ma aveva puntato soprattutto sul suo compilatore ICC, Intel Compiler Collection.

Non è la prima volta che alcuni giganti del settore mettono a disposizione alcuni dei loro programmatori per lavorare full time su progetti open source che possono essere strategici per l’azienda.

Via | Heise

....
condividi 3 Commenti

Rilasciato GTK+ 2.16.0

pubblicato da Hispanico

Facente parte del progetto GNU, originariamente sviluppato per far da supporto a GIMP e rilasciato sotto licenza LGPL, GTK+ (acronimo di GIMP ToolKit) è un utile insieme di strumenti sfruttante libgtk e progettato per la creazione di interfaccie grafiche.

Un po’ a sorpresa nei giorni scorsi c’è stato un aggiornamento del toolkit in questione, le cui maggiori modifiche sono state incentrate su GtkEntry, GtkScale e GTKStatusIcon. Perfezionate anche le scorciatoie da tastiera ed il file chooser che da oggi può mostrare, qualora lo si voglia, le dimensioni dei file ed i punti di mount delle unità.

Questa versione 2.16.0 è disponibile per il download da questo indirizzo. Maggiori informazioni possono essere comunque reperite con una rapida lettura delle note di rilascio.

....
condividi 1 Commenti

Buon compleanno GNU

pubblicato da Andrea de Palo

GNUIl progetto GNU si appresta a compiere 25 anni e la Free Software Foundation ha dato il via alla sua celebrazione dell’anniversario (che durerà un mese) rilasciando Happy Birthday to GNU, un cortometraggio nel quale compare il poliedrico Stephen Fry.

Nei 5 minuti di durata del film, Fry compara i sistema operativi liberi con la scienza e li contrasta con la tirannia imposta dai software proprietari prodotti da aziende come Microsoft e Apple; Fry incoraggia inoltre le persone ad utilizzare la distribuzione libera GNU/Linux gNewSense ed in generale il software libero. Il video è rilasciato con licenza Creative Commons Attribution-No Derivative Works 3.0 ed è ovviamente codificato in formato Ogg Video.

Si può essere in disaccordo con le opinioni di Stallman e della Free Software Foundation ma i risultati (positivi) della sua rivoluzione sono comunque evidenti. Oppure no?

via | Slashdot

Stallman carica a testa bassa Gates e la sua fondazione

pubblicato da Andrea de Palo

Richard StallmanRichard Stallman è una di quelle persone che o si ama o si odia ed è sicuramente abituato alle polemiche, così come lo sono i suoi sostenitori ed i suoi detrattori.

In un recente articolo pubblicato su BBC News, RMS ha provato a controbilanciare l’ondata di ringraziamenti e riconoscimenti che ha accompagnato l’uscita di scena di Bill Gates ricordando che la decisione del patron di Microsoft non porrà comunque fine al dominio del software proprietario e che la community del software liberò dovrà lavorare duramente per porre rimedio ai danni fatti da Gates, Microsoft e da società come Apple o Adobe (che comunque promuovono anche progetti liberi, NdA).

Continua a leggere: Stallman carica a testa bassa Gates e la sua fondazione

Richard Stallman da domani a Savona

pubblicato da Hispanico


Viaggio in terra italica per il grande capo della Free Software Foundation; Richard Stallman sarà infatti a Savona domani 6 Maggio alle 15 presso il Palazzo della Provincia di Savona e, alla stessa ora, dopodomani al Campus Universitario in Via Magliotto 2, aula AN1.

Il primo giorno si parlerà del software libero in relazione all’uso che se ne potrebbe fare nella Pubblica Amministrazione, mentre nella giornata di mercoledì il discorso sarà un po’ più specifico e verterà sul tema dell’evoluzione del diritto d’autore.

Ovviamente l’invito è aperto a tutti; non vi sono quindi scuse per mancare ad un simile appuntamento!

Via | Digg

....
condividi 9 Commenti

gNews Sense: quando il Free Software è tutto

pubblicato da Andrea de Palo

gNewSenseSeguite il verbo di Richard M. Stallman senza indugi? Aspettate ancora la venuta del vero messia kernel libero? Allora gNewSense potrebbe essere la distribuzione che fa per voi…

Destinata ai duri e puri che vorrebbero una distribuzione rispettosa dei principi della Free Software Foundation, la prima beta di gNewSense 2.0 rappresenta un sostanziale passo in avanti (o indietro, a seconda dei punti di vista più o meno integralisti) verso un sistema completamente libero: basata sui repository di Ubuntu Hardy Heron, gNS 1.9 sfoggia un kernel privato di tutte le sue componenti non-free (merito del lavoro degli sviluppatori di BLAG), un server grafico/Mesa completamente libero, Epiphany come browser di default (anziché Firefox) ed un sistema per la compilazione in chroot di pacchetti sorgenti provenienti sia da Debian che da Ubuntu.

L’immagine ISO, il file .torrent ed i sorgenti sono ovviamente liberamente disponibili sui server del progetto.

via | DistroWatch

Stallman cede il ruolo di mantainer di Emacs

pubblicato da Andrea de Palo

Richard StallmanNonostante abbia dichiarato che continuerà ad interessarsi attivamente al suo sviluppo, Richard Stallman ha abbandonato il ruolo di mantainer del famoso sistema operativo editor Emacs; dovendo dedicare gran parte della sua attenzione ad altri progetti, il buon RMS si è trovato quasi costretto a passare la staffetta ad altri due sviluppatori di lunga data, Stefan Monnier e Chong Yidong, con l’auspicio che lo sviluppo proceda verso nuovi lidi ( come quelli dei word processor ).

Chissà che tra questi progetti non ci sia anche GNU Hurd…o preferireste Gnash?

via | OSNews

Rilasciato GNU Octave 3.0

pubblicato da Andrea de Palo

GNUGNU Octave è un ambiente di calcolo numerico libero altamente compatibile con il linguaggio MATLAB che, dopo ben undici anni di sviluppo ( dalla versione 2.0 ) ha raggiunto la versione 3.0; nonostante i tempi di gestazione epocali si tratta di un ottimo progetto che, a differenza di alternative come Scilab, ha come obiettivo la compatibilità con il codice di MATLAB: il supporto all’Handle Graphics, una sintassi molto simile e numerose funzioni dal progetto Octave-Forge portate nel core di Octave garantiscono quanto di più simile a MATLAB si possa ottenere liberamente.

L’annuncio completo del rilascio è disponibile qui.

via | Slashdot

....
condividi 3 Commenti