Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

Scritto da: -


In queste ore è in corso l’Ubuntu Developer Summit, dove sono in corso numerose sessioni di lavoro per il prossimo rilascio di Ubuntu, la versione 12.10, nome in codice Quental Quetzal. Questo Ubuntu Developer Summit è stata l’occasione per presentare un progetto, tenuto “segreto” per ben sei mesi, chiamato “Project Sputnik”.

A presentarcelo, tramite il suo blog è George Barton, Director of Marketing di Dell. Il Progetto Sputnik è finalizzato alla realizzazione di un ultrabook open source, ottimizzato al massimo e orientato agli sviluppatori. Barton ha deciso così di annunciare questo progetto, orientato prevalentemente agli sviluppatori web, unendo la stabilità di Ubuntu 12.04 LTS e il design davvero elegante del Dell XPS13.

Il progetto, a mio parere davvero interessantissimo, è portato avanti in collaborazione con il team di Canonical ed ha permesso di risolvere alcuni problemi (non tutti, pare che ci siano ancora problemi col Touchpad) riguardo il supporto hardware di alcuni componenti del XPS13. Sputnik nonostante sia ancora in fase di sviluppo, è un qualcosa di concreto, reale, è già possibile scaricare una immagine ISO apposita che contiene apposite patch e tool, ottimizzazioni di sistema e una suite di strumenti e utility.

Il tutto è stato presentato al Patron di Canonical, Mark Shuttleworth che ha apprezzato, ed ha rilanciato imamginando un qualcosa di più grande: un progetto cloud oriented dove gli sviluppatori hanno a disposizione degli strumenti di produzione, per creare, testare ospitati da un “cloud backend” a cura di OpenStack.

Il progetto è sicuramente interessante, avere un laptop ottimizzato al massimo, con strumenti appositi per uno sviluppatore è un passo avanti. Sarebbe anche utile alla diffusione di Ubuntu, un laptop ottimizzato si, ma orientato anche alle masse, per una definitiva diffusione di massa del SO di casa Canonical.

Via | Barton

Vota l'articolo:
3.78 su 5.00 basato su 18 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    in effetti il punto della questione per avere qualcosa di veramente ottimizzato è e sarebbe bello saperlo: DELL in quel PC rilascerà il codice sorgente di tutti i suoi driver del suo hardware in modo che il software sia davvero ottimizzato? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    se fanno un buon lavoro di integrazione hardware-software potrebbe diventare un eccellente anti-mac, per quanto mi riguarda. personalmente ai prodotti apple invidio solo la durata della batteria (frutto della eccellente integrazione fra OSX e il loro hardware), per il resto OSX è il cugino down di linux, a livello di flessibilità, potenziale di sviluppo e sopratutto libertà. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    Odio il cloud, lasciatemi 'o sole. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    "finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?" … WOW, chissà come abbiamo fatto a resistere fino ad ora … ma poi che vuol dire ottimizzato per ubuntu? Al max ottimizzato per Linux, se un hardware è compatibile con ubuntu vuol dire che lo è con Linux, al max si può scrivere "un ultrabook con ubuntu preinstallato", non ho ancora capito se mi sta più sulle scatole sto ubuntu o questo modo di fare informazione … Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    @FabioFender take it easy! internet ti ammazza se te la prendi così per ogni inesattezza :) ottimizzato per ubuntu potrebbe voler dire molte cose, non solo a livello driver. mi viene da pensare ad esempio che potrebbe avere il tasto win sostituito dal tasto ubuntu (una piccolezza, ma io la apprezzerei molto) o magari avere incluso nel prezzo un piano di supporto canonical ufficiale, o magari un abbonamento a ubuntu one da 20 gb gratis etc… se poi vogliamo andare oltre, potremmo anche pensare a uTouch (che è made in canonical) che potrebbe essere usato per gestire il multitouch sui touchpad che adesso danno noie, o magari addirittura un supporto hardware a wayland. chissà cosa si stanno inventando, fatto sta che io me lo comprerei subito un ultrabook ottimizzato per… ubuntu linux ;) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    @ -.- : giusta osservazione la tua, a furia di leggere pseudo notizie su linux il mio sistema nervoso ne sta risentendo alquanto … sono pienamente d'accordo col primo post che, anche se in modo alquanto colorito, fa giustamente notare come non abbia senso parlare di hardware ottimizzato, al max di ottimizzato ci sarà il software che lo gestisce, cosa che dipende dal kernel di Linux e non certo da ubuntu … quello che dici tu avrebbe senso solo se venisse specificato un diverso ed esclusivo collegamento tra questo ultrabook e ubuntu e NON verso altre distro, quelle che dici tu sono solo ipotesi che in caso fossero verificate, DOVEVANO ESSERE CITATE, altrimenti rimangono a livello di ipotesi, quello che si capisce dall'articolo è che questo ultrabook avrà ubuntu preinstallato e l'hardware funzionerà correttamente cosa che sinceramente mi sembra davvero il minimo quando compri un pc con un sistema operativo preinstallato … … la mia impressione è che ogni blog, giornale e generico mezzo di informazione non faccia altro che inserire il nome ubuntu ovunque per aumentare il numero di letture dei suoi articoli a costo anche di scrivere castronerie come in questo articolo che sembra in effetti scritto coi piedi durante la pennichella post pranzo … Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    @-.-: nota che l'espressione "cugino down" nel post #3 non è molto gentile, sembra quasi voler implicare che le persone affette da sindrome di Down siano in qualche modo inferiori. Certo non è una bella maniera di difendere le ragioni del software libero :-/ Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    @#5 Vuol dire che putnano a Ubuntu. Se riesci a raggiungere le stesse cose con altre distro tanto meglio, ma a loro non interessa. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by: manang

    sarà, ma ad oggi trovo problematico usare ubuntu su un macbook. in genere quando ci si ritrova con un tipo di hw usato da molti nella medesima configurazione mi ci ritrovo con soluzioni a tutti i problemi. un esempio: con i driver open nvidia ho la regolazione della luminosità ma appena fa qualche operazione il sistema si blocca tutto (per esempio apro thunderbird per leggere la posta). se uso quelli closed non ho la regolazione della luminosità dello schermo, ma il pc non si blocca. qualcuno ha soluzioni?qualcuno ha riscontrato lo stesso problema? io aspetto un portatile del genere così almeno su quello ubuntu ne risponde direttamente. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    #8 voleva solo essere una battuta, magari un po' scorretta, lo ammetto, ma nient'altro che una battuta :) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    @manang #10 Per il tuo problema specifico: un po' di documentazione goog-lando la trovi; qui è descritto come controllare se a livello di kernel c'è e funziona il supporto al controllo luminosità <a href='http://goo.gl/CNFYn' rel='nofollow'>http://goo.gl/CNFYn</a> Nel caso il supporto ci sia, qui ha la risposta di cosa fare e cosa fare anche se la prima soluzione non funziona (scorri le risposte) <a href='http://goo.gl/J5dTm' rel='nofollow'>http://goo.gl/J5dTm</a> se hai i drv nvidia-current dovresti già avere un mini xorg.conf con la sola sezione Device e già scritta l'opzione NoLogo, devi solo aggiungerci la tua Option "RegistryDwords" "EnableBrightnessControl=1" in una nuova riga tra NoLogo ed EndSection In generale son daccordo col discorso, ma non credere che Windows sia diverso, l'unica differenza è che "i trucchetti" li confezionano gli OEM infilandoli in una montagna di software spazzatura. Io vorrei che Dell lasciasse senza OS tutte le macchine come già fa, a richiesta, per le linee Precision, Latitude, PowerEdge ecc ma certificandoli con Ubuntu ovvero dedicando una piccola sezione nelle pagine supporto del sito alla singola macchina. *Non voglio* iso ufficiali Dell, Toshiba od altro, non voglio vedere su Ubuntu le porcate tipo MotoBlur, HTC Sense, Samsung $comesichiama ecc delle "personalizzazioni" di Android, voglio che la iso ufficiale vada e se per qualche ragione ci son delle "correzzioni" da fare che il produttore faccia solo una paginetta con queste e bon, al massimo un repo suo se fornisce roba di diagnostica o pacchetti-fix post-install. Costa di meno alle aziende, fa molto più comodo a noi. Non vogliamo mica finire con "la partizione di ripristino" dell'OEM vero? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by: manang

    @kim grazie mille per le info, quasi risolto… ora praticamente il backlight "funziona" nel senso che da terminale posso modificare i valori, ma con il valore massimo lo schermo è abbastanza scuro e poi anche se vedo l'icona che mi dice che f1 e f2 stanno funzionand, io non vedo nessuna variazione. Grazie mille. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    @manang #13 Figurati :-) Non ho roba Apple sottomano quindi non posso testare in prima persona, ma ad ogni modo datti una letta all'Ubuntu Wiki - MactelSupportTeam ovvero il team che si occupa dei Mac Intel-based: <a href='http://goo.gl/FKIaB' rel='nofollow'>http://goo.gl/FKIaB</a> hanno anche un PPA: ppa:mactel-support/ppa anche se per la 12.04 ha solo un drv. per il multitouch col touchpad, ed un controllo per la ventola di CPU+GPU… Lo aggiungi al solito (tutto come root/sudo): add-apt-repository -y ppa:mactel-support/ppa apt-get update apt-get install macfanctld xf86-input-multitouch xserver-xorg-input-synaptics Le uniche info extra che ho per il controllo luminosità sono: in /etc/default/grub aggiungi a GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT separati da spazi acpi_osi=Linux ovvero arrivi a qualcosa tipo: GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet splash acpi_osi=Linux" salvi e aggiorni grub: update-grub2 Installi pommed: apt-get install pommed riavvi e vedi se vanno, ricorda di vedere se hai F+Tasto funzione o se hai direttamente il controllo luminosità sul tasto… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by: manang

    grazie, risolto!:)funziona tutto. anche se non tocco molto il controllo della luminosità, ci sono alcune cose che mi danno fastidio per principio e non per una non utilizzabilità del sistema. avendo dei pc supportati ufficialmente eliminerà, a mio avviso, questo problema. ora, magari, dell farà i suoi modelli, ma trovare dei modelli quasi del tutto simili (in fondo i processori quelli sono che girano nello stesso momento, e soprattutto la scheda grafica) renderà compatibile di un colpo la maggior parte dei pc. speriamo:) ancora grazie! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    @manang #14 Sarò pessimista ma credo che il supporto della Community continui ad essere la via più rapida ed efficiente: occuparsi di GNU/Linux come fanno quasi tutti gli OEM è un costo significativo (pari o superiore ad Windows) e genere risultati molto meno graditi. Gli OEM dovrebbero *capire* come funziona l'opensource per parteciparvi! Siamo al discorso di prima: a loro fare un minimo di attenzione e pubblicare una semplice wiki od al più un repo, costa molto ma molto meno di fare n mila remaster, software assurdo pieno di bachi ecc. Dell non è la prima volta che prende la via di Ubuntu, questa pare prenderla maglio, ma non so di quanto; leggi solo nei forum Dell: c'è gente che fa a gara per dire "io voglio preinstallato Firefox"; "io ci voglio assolutamente Apache", sono pochissimi che dicono: "cara Dell tu fai e vendi hardware, fai che questo vada bene, costi meno dei tuoi concorrenti, abbia il livello di assistenza che ha sempre contraddistinto Dell e fa si che si possa comprare senza OS: tu vendi *hw* l'os non è affar tuo e non è un valore aggiunto"… Cmq son contento che hai risolto :-) l'aggiunta della stringa a grub fa si che il kernel usi tutte le funzionalità ACPI della macchina, anche quelle che a dire dell'EFI/BIOS Linux non supporta, pommed si occupa di gestire la curiosa "inversione" dei tasti funzione, i drv del ppa permettono la configurazione un po' più comoda del multitouch sul touchpad e del controllo velocità della ventola… Divertiti! Sperimentare quando si ha tempo aumenta le conoscenze del sistema, fa sempre bene :-) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by: manang

    ah, no, forse non hai capito.. che sperimentare, io vengo da 5 anni di gentoo :) ma avevo un fisso e molti problemi della luminosità, per esempio, non erano previsti:) sui vari forum nessuno mi ha saputo rispondere. grazie mille! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    ma è una roba tipo garlach, che costa un boato di soldi e poi la devi far funzionare coi driver proprietari? domando, perché in quel caso non vedrei progressi. allora tanto vale comprarsi un laptop di qualunque marca e metterci quel che vuoi. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Project Sputnik: avremo finalmente un ultrabook ottimizzato per Ubuntu?

    Posted by:

    @malol #17 C'ha presente Dell? Quell'aziendina che vende in tutto il mondo, che più o meno è il secondo o terzo oem al mondo? Bé loro da anni lato server lavorano come tutti con GNU/Linux, da un po' di tempo di quando in quando fanno anche offerte desktop con GNU/Linux, Ubuntu per la precisione. Questa in particolare è la prima offerta Ubuntu dedicata all'utenza domestica con una macchina top di gamma (m'è arrivato il depliant per posta: offerta base 999€ i.e., SSD Intel 180Gb o 256Gb, CPU Core i5 o i7, 4 od 8Gb ram, grafica Intel HD 3000, display led 720p 13.3", tastiera retroilluminata, wifi Centrino 6230 a/g/n, 1 usb 3, 2 usb 2 e display miniport, stereocam 1.3Mpx) che non richiede driver proprietari e ha come chicca finale il logo di Ubuntu sul Meta_L della tastiera. Ah, ovviamente hai l'assistenza Dell che manda a casa tua un tecnico il giorno lavorativo successivo alla chiamata, non ti fa spedire la macchina ed aspettare giorni, questo anche per gli utenti domestici. Se è un problema software hai l'assistenza telefonica gratuita nel periodo di garanzia che per il business è con numero verde, per il home è uno 02, in orario lavorativo in italiano 24/7 in inglese. 'Somma è una macchina Ubuntu top-class, con un'azienda stra-solida e funzionale dietro. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Ossblog.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.