Apache riassume l’acquisizione di OpenOffice e ravviva le polemiche

Apache OpenOffice (Incubating)Una cosa è certa: gli sviluppatori di Apache provano un piacere “perverso” a polemizzare con quelli di The Document Foundation (TDF). Riassumendo il percorso d’acquisizione di OpenOffice da Oracle, infatti, non hanno perso l’occasione di sottolineare che oltre 13.000 link di LibreOffice “puntano” al proprio dominio su SourceForge.

Larga parte del riassunto di Apache OpenOffice riguarda, nello specifico, la transizione del codice e del sito di OpenOffice.org. Soltanto dal 16 marzo sarà completato lo spostamento dai server di Oracle a quelli di Apache, forniti appunto da SourceForge. OpenOffice.org non era un semplice sito di download, ma un intero ecosistema.

Polemiche e spostamenti a parte, l’aspetto più interessante dell'acquisizione riguarda la rimozione del copyleft. Affinché OpenOffice.org fosse compatibile con la policy di Apache, è stato rimosso tutto il codice – presente in LibreOffice – che impediva un utilizzo pienamente commerciale della suite, senza mortificarne la licenza.

Via | ASF

Vota l'articolo:
3.33 su 5.00 basato su 9 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO