Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

Scritto da: -

WineWine, l’infrastruttura per avviare le applicazioni di Windows sui sistemi operativi UNIX-like, è stato aggiornato alla versione 1.4. L’aggiornamento ha richiesto venti mesi d’alacre sviluppo: le novità, al solito, sono numerose. La più interessante riguarda, forse, la riscrittura del motore grafico Device Independent Bitmaps (DIB).

Audio e video sono stati adattati al modello di Vista, GStreamer controlla i flussi multimediali su Linux e QuickTime su Mac OS X. È stato ultimato il supporto all’architettura di ARM, in grado di compilare Wine 1.4. Oltre al deprecato HAL, è stato introdotto il dialogo con UDisks. DOSBox prende in carico le applicazioni per MS-DOS.

Wine 1.4 supporta OpenCL e XInput 2: Direct3D ha subìto una serie di migliorie che giovano anche al supporto implementato da Gallium 3D e Mesa per i driver liberi. Gecko è disponibile pure a 64-bit. L’installer delle applicazioni permette il ripristino in caso di fallimento. Insomma, la lista delle novità è particolarmente nutrita.

Via | LWN

Vota l'articolo:
3.23 su 5.00 basato su 13 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    non per me, sono astemio. ok, questa era brutta, ma in effetti non ho più bisogno di windows, quindi.. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by: dart15

    idem… inizialmente lo usavo per qualche programmino, ora… per cosa dovrei usarlo…? ;) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    Penso che principalmente serve per programmi che esistono solo su win o che per linux non sono ancora completi e poi i giochi punto dolente del pinguino da sempre Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by: jmp

    Provero a farci girare un browser qualsiasi (chrome, chromium, firefox) per vedere se gli posso installare sopra silverlight e cosi faccio contento l'altra meta del cielo che vuole guardarsi "M€@dias€t" in streaming Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    a me (ubuntu 11.10) moonlight su chromium funziona perfettamente Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by: dart15

    ovvio che a qualcuno, e per qualche programma, può servire!! ;) volevo solo far notare che sta diventando sempre meno fondamentale wine, perchè esistono sempre più programmi nativi e funzionali. e nella maggior parte dei casi sono anche migliori dei corrispettivi per windows. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    foobar 2000 esiste solo per Win e non c'è nulla di simile su Linux (un player che legge le cuesheet me lo sono dovuto fare da solo in pieno spirito foss, ma se gli sviluppatori di player multimediali si mettessero intorno ad un tavolo sarebbe bene). EAC esiste solo per Win. Rippare un CD rovinato su Linux è difficile, cdparanoia non sempre basta. Esiste morituri, ma è a riga di comando, ha uno sviluppo lentissimo ed è pieno di bug. L'encoder lame è sviluppato per tutto, ma è testato (per la qualità audio) solo su Win. Quindi ci si può fidare solo dell'eseguibile nativo per Win, quello per Linux non offre la stessa qualità in uscita. Questo è un classico caso in cui non è vero che lo stesso programma funziona nello stesso modo se compilato su Win o su Linux. Non cito AutoCAD ovviamente. Photoshop non lo uso, altrimenti… Insomma, senza Wine sarei costretto a avviare spesso Windows. Con Wine ormai mi capita di rado. In realtà è più vero il contrario. E' più facile utilizzare programmi nati per Linux e resi multipiattaforma e utilizzarli su Win (Firefox, OOo, LibreOffice, Gimp, Inkscape, ecc., ecc.) Perché dovrei utilizzare Linux se ho tutto il software FOSS su Win? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    @Giorgio Brera Non so se rispondano alle tue esigenze ma questi li hai provati? <a href='http://bogdan.org.ua/2010/04/30/the-list-of-linux-music-players-with-cue-sheet-support.html' rel='nofollow'>http://bogdan.org.ua/2010/04/30/the-list-of-linux-music-players-with-cue-sheet-support.html</a> Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    senza wine non potrei usare ne steam ne wow, quindi se non lo usate non vi permettete di dire che non serve. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    Dopo 10 anni (DIECI ANNI!!!!!) di Linux come S.O. primario, e Windows relegato al ruolo di Wintendo, sto tornando a Windows in questi giorni. Motivi? Due: 1) Adobe Lightroom. Non esiste nulla di neanche lontanamente paragonabile su Linux (si', li ho provati tutti, sia FLOSS sia commerciali). E su Wine non gira. 2) La calibrazione ICC del monitor non funziona con i driver proprietari NVidia. E non ho voglia di spendere 200€ per una scheda video e poi ridurne le prestazioni a un terzo usando i driver open. Questa non e' ovviamente una critica ai driver open che, essendo costretti a fare tutto in reverse engineering, fanno gia' miracoli. Non riesco a concepire come il team di Wine non si ponga come obbiettivo il supporto "platinum" di alcune killer apps. Photoshop CS5 e' un delirio da installare e una volta installato e' pressoche' inusabile. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    Perfettamente d'accordo con crusaderky. Per quanto riguarda LR ho letto di qualcuno che l'aveva fatto funzionare, ma è anche vero che tante volte leggi di programmi perfettamente usabili tranne quel paio di funzioni che per alcuni sono le funzioni più usate. Detto questo hai buttato un occhio a Bibble? Non è male e costa un terzo (forse anche meno) di LR. Ed è disponibile anche in trial. Non è però la stessa cosa di LR, specie per lo zoom sulle immagini che è sempre lento e scattoso. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by: dart15

    @cavolfiore0 chi ha scritto che non serve a niente?? se per caso ti riferisci a me, datti pure una calmata. ti farà bene. ho semplicemente scritto che lo utilizzo sempre meno e che IO, come normale utente, non ne sento più il bisogno. sottilineando che questo non esclude che per determinati utenti/programmi wine possa risultare molto utile. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    @Rapture si' ho dedicato a Bibble un test estensivo, perche' VOLEVO farmelo piacere a tutti i costi per poter restare su Linux. Ma usabilita' a parte, sulla quale potrei scendere a compromessi, e' nettamente inferiore a Lightroom 3 in termini di qualita' dell'immagine finale. Lightroom 4 poi e' un enorme balzo in avanti rispetto a Lightroom 3, tant'e' vero che l'ho comprato sull'unghia appena uscito (~120€) dopo aver usato la beta per un paio di settimane. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Wine 1.4 è finalmente disponibile dopo venti mesi d’intenso sviluppo

    Posted by:

    Sviluppatori Wine: dovete far partire Photoshop CS 5 su Linux! Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Ossblog.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.