Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

Scritto da: -

Ubuntu for AndroidUbuntu for Android, la distribuzione di Canonical per gli smartphone d’ultima generazione, sarà presentata in anteprima al Mobile World Congress (MWC) 2012, che si tiene a Barcellona da questa mattina a giovedì. Annunciato martedì scorso, Ubuntu for Android ha attratto l’interesse del mercato mobile: è un prodotto così promettente?

L’intuizione di Canonical è indubbiamente buona. L’annuncio di Mark Shuttleworth ha “scosso” tutta la comunità, com’era avvenuto in altre occasioni. Personalmente, però, ho preferito aspettare a intervenire sull’argomento: i requisiti di Ubuntu for Android e le applicazioni predefinite della distribuzione non sembrano entusiasmanti.

Per installare la soluzione di Canonical, infatti, serve necessariamente uno smartphone dual-core. Lo stesso requisito che ha impedito a Honeycomb di emanciparsi dai tablet. Insomma, Ubuntu for Android richiede un dispositivo pronto per Ice Cream Sandwich e propone un’interfaccia da desktop: l’opposto di quanto avviene ultimamente.

Canonical può avvalersi del supporto di Linaro, il progetto che utilizza la toolchain di Ubuntu per generare immagini di Android e/o della stessa distribuzione ottimizzati per l’architettura di ARM. Perché Shuttleworth ha preferito realizzare un’applicazione che si installa “sopra” ad Android? Parrebbe essere uno spreco di risorse.

Ubuntu for Android installa Chromium – già disponibile per l’ultima versione del sistema operativo di Google – e Thunderbird, che costituirebbe la terza applicazione per la posta elettronica installata sugli smartphone: Android ne prevede già due, tra le quali GMail. S’aggiungono VLC e Pitivi, l’editor non-lineare per le telecamere.

Qualcosa non torna, considerando che Novacut – un prodotto, alternativo a Pitivi, dedicato ai dispositivi integrati – è distribuito dalla stessa Canonical. Sempre che un editor non-lineare dei filmati possa essere utile sugli smartphone: per quanto mi riguarda sono convinto del contrario. Nessuno userebbe Final Cut X sul cellulare.

Mi preoccupano anche l’Ubuntu Music Player e l’Ubuntu Photo Gallery. Le icone suggeriscono che si tratti di versioni commerciali per Rhythmbox e Shotwell. Mi auguro, almeno, che Canonical corrisponda a entrambi progetti il doveroso riconoscimento. Escludendo Gwibber, tutte le altre applicazioni sarebbero già disponibili per Android.

Ubuntu e Android condividono lo stesso kernel: forse, l’unico aspetto davvero interessante. Mi domando come si presenti Unity su schermi da 3,5”: il MWC 2012 dovrebbe darci una dimostrazione più completa di Ubuntu for Android. Al solito, il prodotto di Canonical dividerà gli utenti di Ubuntu e Android tra gli entusiasti e i delusi.

Via | Canonical

Vota l'articolo:
3.36 su 5.00 basato su 14 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: taccoboss

    Evidentemente non hai capito molto bene……Ubuntu non viene installato sopra, ma,come tu stesso scrivi, ne condivide il kernel. Percio' Ubuntu non sara' una semplice applicazione, ma vivra' in simbiosi con Android. Non penso che si possa installare come semplice applicazione, almeno per ora. Probabilmente bisogna prendere una build di Android e compilarsi Ubuntu per Android da soli….cosa che prevedo fara' Cyanogen per esempio. Perche' utilizzare Android? Perche' Android ha un mercato spropositato e questa e' una ottima occasione per Canonical….e penso avra' successo. Inoltre rappresenta un primo passo per l'implementazione di Android in Ubuntu (per ora hanno fatto l'opposto). Necesita un dual core perche' la potenza di un omap 4430 e' paragonabile a quella di un atom n270, direi quai il minimo per far girare un sistema come Ubuntu. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: marte84

    Ma onestamente io ho già ubuntu sul mio galaxy note. C'è tanto di guida sul market per installarlo Nn capisco quale sia la news... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: taccoboss

    ……e poi Unity non sara' in questa occasione su schermi da 3.5…….ci sara' lnterfaccia Android classica……l'interfaccia di Unity viene richiamata una volta che lo smart viene attaccato alla dock……informarsi prima no? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: taccoboss

    @Marte La grandissima news e' che sono 2 sistemoi che vivono sulla stessa macchina e nello stesso momento!!!!!Azzo….ma siete duri eh? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    Non capisco il senso di, cito testualemente "tutte le altre applicazioni sarebbero già disponibili per Android"…le applicazione sviluppate per Android sono sviluppate tenendo in mente una superficie di 3/4 pollici, diciamo anche 10 se inglobiamo i tablet, e già tra 3/4 e 10 occorre diversificare la UI del sistema nonché delle app per sfruttare al meglio l'area, non vedo come possa essere definito INUTILE, perché questo è quello che traspare dal vostro articolo, avere delle applicazioni desktop, che chiaramente fanno più o meno (molto probabilmente meno) quello che fano la controparte app sul dispositivo senza usare Ubuntu, ma su una superficie di 20/26 pollici! Non vedo dove possa essere la comodità di avere il browser Chrome di Android in full screen su un 27”, la cui UI del browser è ovviamente progetta per essere fruita su un dispositivo touch e di piccole dimensioni, chiaro che se uso mouse e tastiera Chromium ma soprattuto l'intera esperienza Desktop di Ubuntu risulta vincente rispetto ad avere la UI di Android sparata a 24 pollici, piena quindi di spazi clamorosamente enormi e con icone adatte a coloro che hanno seri problemi di vista…. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: blisser

    *Per installare la soluzione di Canonical, infatti, serve necessariamente uno smartphone dual-core. Lo stesso requisito che ha impedito a Honeycomb di emanciparsi dai tablet* ma che vi siete fumati? questa frase esattamente cosa dovrebbe significare? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    Rettifico un errore di battitura sul mio precedente commento da "(molto probabilmente meno)" a "(molto probabilmente molto di più)" Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    ma è così difficile da capire? ubuntu parte SOLO quando il telefono è attaccato al dock, altrimenti se ne va in ibernazione (lo deduco dalla rapidità con la quale riparte la sessione al docking) e non appare in nessun modo sullo schermo del telefono. non è una emulazione, non è una virtualizzazione. si tratta di sistemi operativi che vengono eseguiti in parallelo e girano sullo stesso kernel. non mi pare che ci voglia una laurea al MIT per capirlo… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: marte84

    Scusate tanto tra questa news e l installer ubuntu del market cosa cambia ( in parole semplici) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    Quel che forse non s'è capito, del resto anche Canonical non lo dice proprio apertamente è perché questo lavoro è stato fatto. Non è pensato per essere l'Ubuntu Mobile, non è pensato per essere una bella cosa, è solo un ponte tra Ubuntu ed Android il cui scopo è iniziare un lavoro di integrazione delle applicazioni android [1] e affrontare man mano i problemi di una distro da smarphone [2] invitando nel contempo gli OEM mobile a pensare ad altri OS più maneggevoli, comodi ed evolvibili di Android [3]. [1] Quando Ubuntu Mobile sarà pronto, ovvero quando sarà possibile installare una Ubuntu con una Unity usabile su uno smartphone senza hack, senza avere pezzi di altri OS/Distro/Framework ecc in mezzo ci sarà un problema che non dipende da Canonical ma che ha un notevole peso: Android ha un mucchio di app *nate* per schermi mini, Ubuntu ha un mucchio di app per desktop. Per aver un OS da subito usabile oltre al supporto hw, all'hw, alla GUI (Unity) ed al sistema sotto il cofano (Ubuntu) servono anche tante applicazioni senza le quali il tuo smartphone è solo un'enorme blob di codice e hw del tutto inutile. Le applicazioni non le svilupperà chiaramente Canonical se non in minima parte percui avere da subito un'integrazione ben rodata con le app di Android sarà un *must* per far provare Ubuntu Mobile, per farlo usare e quindi per attirare sviluppatori o creare l'interesse in chi già sviluppa per Ubuntu verso il mobile. [2] Il secondo grosso problema è farsi le ossa su HW che pur sempre più potente è cmq limitato e sopratutto ha componenti con latenze ben diverse da un desktop Per avere un os scattante, fluido, leggero, che usa bene l'hw serve un bel po' di "tweek statistico" sulle piattaforme mobili quindi meglio girarci ben prima dell'uscita ufficiale! [3] Infine sia gli OEM sia il pubblico han bisogno di qualche elemento extra per "innescare la fiammata", tanti ha sentito di Maemo/MeeGo/Tizen, di WebOS, di Bada, di QNX-PlayOS ecc e han visto che alla fin fine, punti forti o deboli mancavano di troppe cose. Il sensazionalismo attira, l'idea di avere già un bel parco di app (quelle di Andorid) e l'idea per gli OEM di un canale loro dedicato in cui poter inserire le loro spazz^H^H^H^H^H mer d^H^Havigliose aggiunte e personalizzazioni serve… La cosa notevole è che Nokia, Samsung ed altri non siano stati in grado di pensarci… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: ice

    con Win8, Ms porterà sui tablet le funzioni di un vero desktop. applicativi profesisonali, il client nativo per il gestionale, funzionarenn in versione completa pesnate a chi usa software di cad e con iPad OGGI si deve accontantare di un servizio cloud, ovvero se ho tempi morti in aereo…..non lavoro . nel mio caso penso alla comodità di avere un LibreOffice perfettamente funzionante Se pen Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @ice #11 ??? Ubuntu GIÀ OGGI gira sui tablet arm ed x86 (incluso i Dell Latitude tablet di fascia professionale) con tutte le sue applicazioni, già oggi se il tuo ferro è abbastanza grosso puoi usare Blender, Inkscape, Scribus, NX, ecc con Ubuntu su un tablet… Qui si parla però di smartphone ovvero di dispositivi i cui schermi sono molto più piccoli di un desktop classico! Su un tablet anche 7" puoi usare sia pur non troppo comodamente un'applicazione desktop, così non puoi fare su un 3" di uno smartphone. Qui Ubuntu con Unity è avanti a tutti, OSX e Microsoft compresi ma al pari di tutti gli altri manca delle app pensate per dispositivi touch, in particolare delle app pensate per gli smartphone. Da ciò nasce l'opportunità di usare le app Android per colmare in fase iniziale il gap, in seguito le app PyQtQuick potranno tranquillamente soppiantare il "vecchio" Android ed i suoi problemi. Microsoft con Metro come Apple con iOS sono *indietro* di un bel po' rispetto ad Unity! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    Ma che articolo sarebbe mai questo ? Un rant senza alcuna approfondimento tecnico. Per quello che ha scritto "sono due sistemi operativi che girano sullo stesso kernel" stendo un velo pietoso. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    da mesi provo a capire i post che scrive moretti, ormai ci ho rinunciato Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @Anonimo__ #13 Non che il tuo post sia più "corretto": il rant è una lamentela fine a se stessa o per lo meno allo sfogo, non mi pare che l'autore si sia sfogato… Ad ogni modo se si vuole spiegare in termini non proprio tecnici: Android è una grossa "applicazione" che viene lanciata nel processo di avvio del sistema; Ubuntu per Android è analogo, viene lanciato all'avvio/in caso di uno o più particolari eventi (es. il docking) si verifichino. Le due "app" girano per i fatti loro e comunicano tramite varie tecniche per lo più soluzioni IPC UNIX classiche. Poiché Canonical non ha pubblicato nulla se non delle demo essere più precisi o chiari mi sembra un po' difficile, idem è difficile spiegare il concetto di kernel e sistema operativo all'utente medio… Chi non distingue Unity od un qualsiasi WM/DE da un sistema operativo, chi non sa cos'è l'init, cosa sono le pipe (e fifo in genere) cosa sono i devices, i socket come pensi che comprenda una descrizione di come funziona Ubuntu for Android? Piuttosto sarebbe interessante lamentarsi della mancanza di spiegazione circa GLI SCOPI di questo progetto come scritto nel post #10… @qwertyytrewq #14 È una news, non è mica una tesi o una teoria sui massimi sistemi… Per carità è scritta piuttosto male, di corsa, con un po' di castronerie tecniche ma è una news! Questo si che è un rant: possibile che oltre all'autore che evidentemente non è un tecnico, manco nei commenti si scriva qualcosa di utile o costruttivo!? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: lablinux

    @Kim #12 "Qui Ubuntu con Unity è avanti a tutti, OSX e Microsoft compresi ma al pari di tutti gli altri manca delle app pensate per dispositivi touch, in particolare delle app pensate per gli smartphone" ma se ancora non esiste (commercialmente parlando), come fa ad essere avanti a tutti? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    Federico sta raggiungendo livelli inimmaginabili. Non ci hai capito un beneamato c**** di questa cosa, allora non scrivere nulla a riguardo oppure informati meglio. L'interfaccia e le applicazioni di Ubuntu non sarebbero utilizzate sullo smartphone, ma quando lo smartphone è attaccato a una dock. Questo permette di usare lo smartphone con Android normalmente, e di usarlo al posto del PC di casa quando lo si attacca alla dock. E' per questo che l'interfaccia è da desktop, coglio**! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    è avanti a OSX e a MS per tanti motivi. guardando questo video <a href='http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=gRoYlgOC9z0' rel='nofollow'>http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=gRoYlgOC9z0</a> si può notare come il sistema lanci MS Office, e da quello che ho capito ci riesce grazie a windows server in cloud. per fine anno le finestre delle app di android sarà ridisegnata. per le incorrettezze dell'articolo non aggiungo altro visto che è già stato detto tutto. inoltre vorrei aggiungere che in un altra demo, non solo avvia unity dalla dock, ma collegato ad una tv lancia UbuntuTv. è per tutto questo che è avanti a MS e Apple al momento. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 19 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @lablinux #16 Ubuntu è davanti a tutti nel settore desktop-tablet nel senso che ha una GUI, Unity, usabile su un desktop e su un display touch da tablet anche di piccole dimensioni senza problemi significativi. Sugli smartphone non è avanti nel senso che ancora non ci va, è ovvio! Anche se IMO la sua struttura di base si può adattare senza problemi agli smartphone creando una libreria apposita per gli indicatori (fusi in un'unica barra come Android), permettendo una minima maneggevolezza del launcher e qualche modifica sotto il cofano piuttosto pesante ma trasparente agli utenti. La strada è sicuramente lunga ma dal punto di vista dell'utente finale Unity può già quasi essere coerente su smartphone, desktop e tablet (questi ultimi già operativi da tempo) lo stesso si potrà fare lato API per lo sviluppatore in tempi non biblici… OSX e Windows non sono manco all'inizio, Metro non è un'interfaccia usabile, OSX non prova neppure ad essere touch-friendly vagheggiando soltanto su un futuro "merge" (di non so che genere visto che sono mondi diversi) tra iOS ed OSX… Spero di essere stato più chiaro :-) @stevecab #18 IMO questa proposta di unione con Android serve solo da ponte come nel comm. #10, per il resto tu quoto :-) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 20 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @Kim Allamandola #15 e allora? se è una news deve per forza essere scritta con i piedi? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 21 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: 0xdeadbeef

    Aspetta aspetta… dove ho già visto questa cosa? Ah, si: <a href='http://www.engadget.com/2011/05/30/gigabyte-announces-s1080-windows-7-tablet-with-usb-3-0-and-optic/' rel='nofollow'>http://www.engadget.com/2011/05/30/gigabyte-announces-s1080-windows-7-tablet-with-usb-3-0-and-optic/</a> Eh si, già dall'anno scorso ci sono sistemi tablet win8 con dock apposite, che fanno girare app native come office piuttosto che in cloud, la differenza l'ha già fatta notare ice. Figuriamoci la situazione di concorrenza che si sarà tra un anno o due. Eh già, i costruttori non vedono l'ora di fornire hardware per ubuntu, c'è la fila! <br /> Ma lasciamo stare questo discorso - che comunque già basta a smontare la panzana secondo cui questo accrocco sarebbe avanti a tutti - e andiamo a vedere il tipo di utenza. Quella desktop per esempio, che banalmente non si accontenta dei limiti imposti prima dai dispositivi android, e poi da un sistema su dock che tra l'altro non si capisce cosa aggiunga, come funzionalità, al solo Ice Cream Sandwich. Ma cosa lo dico a fare, forse siete troppo giovani per ricordare il flop della dock per powerbook duo, col portatile di allora paragonabile al tablet di oggi. E lì si parlava di Apple. <br /> Ma vediamo pure l'utenza android, che deve capire come giustificare il costo di una dock addizionale di terza parte che oltre a non aggiungere nulla, non sarà neanche economica, data la difficoltà che canonical incontrerà nel trovare costruttori interessati. A meno che non si rivolga ai cinesi, ma in quel caso non si speri che venga fuori chissà cosa e non ci si aspetti grossi guadagni. E nel frattempo gli altri non staranno a guardare, come credo di aver già mostrato. <br /> Ah si, il motivo per cui tutti dovrebbero preferire questa roba è… unity XD La realtà è che questa roba potrà al massimo apparire buona per molto meno che una nicchia di utenti, direi piuttosto per un pugno di persone superappassionate con soldi da buttare. <br /> @lablinux Ormai io ho smesso di meravigliarmi delle panzane che si dicono in certi commenti. Sembra di assistere a un notiziario di regime, tanto che dovrebbero firmarsi LVCE. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 22 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @0xdeadbeef: asp, in realtà una soluzione con dock sarebbe più economica perché lo smartphone andrebbe a sostituire del tutto il PC di casa. Una dock costerebbe sicuro di meno di un intero PC immagino. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 23 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @0xdeadbeef #21 Quale parte del mio post #10 non ti è chiara? Capisco che tu essendo un gran fan di Red Hat ti bruci il successo di un concorrente ma c'è poco da fare, c'è chi ha successo e chi no :-) Sul discorso tablet: non metto in dubbio che ci siano tablet venduti con Windows! Microsoft se non installi ovunque il suo OS ti alza alle stelle il costo delle licenze OEM… Il punto è *quanti* tablet con Windows sono acquistati e quanto gli utenti sono interessati a tablet Windows? Era il 2005 o giù di li che Microsoft lanciò XP Tablet Edition… Su Ubuntu c'è sempre *tanta* attesa ed un interesse sempre crescente, su Windows direi di no, idem non c'è su OSX che addirittura molti Apple-fan ritengono morto come se iOS potesse sostituirlo. Unity è l'unica interfaccia grafica usabile ed usata normalmente sui desktop che si può usare altrettanto senza problemi particolari su dispositivi solo touch; GnomeShell dipende dal mouse, KDE ha una GUI a parte dedicata, OSX non è usabile col tocco, idem Windows né con Metro né con la GUI classica. In ultimo la dock è *solo* un supporto che fornisce un connettore microUSB ed uno HDMI, puoi benissimo usare cavi sciolti se ti pare, questa come ho già scritto (post #10) è solo un gioco per farsi le ossa nell'integrazione delle app Android non è Ubuntu Mobile, è solo un ponte per farsi esperienza nel settore ed aumentare l'effetto mediatico. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 24 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: 0xdeadbeef

    @abral Chi, dopo aver comprato una dock del genere, avrà visto che questa non viene incontro alle esigenze di chi vuole il <i>PC di casa</i>, correrà al negozio a comprarsi <i>anche</i> un desktop. Che puoi collegare lo stesso alla tv. Il punto è che all'utenza del <i>PC di casa</i> non servono centinaia di programmi, servono solo <i>quelle</i> determinate applicazioni con cui sa lavorare, e che interagiscono con un insieme di periferiche. E sappiamo tutti di che sto parlando. Quindi non si risparmia affatto, ma si finisce con l'optare tra l'acquisto di smartphone/tablet + dock + desktop oppure di smartphone/tablet + desktop. Non so, a me già così la scelta migliore parrebbe ovvia. Ma ammettiamo di volerci togliere comunque lo sfizio di comprare una dock. A quel punto dovresti scegliere tra: 1. una di terze parti che deve far fronte ad eventuali malfunzionamenti causati da aggiornamenti di android e che si porta dietro tutti i limiti dello stesso 2. una dock fornita dallo stesso produttore del tuo dispositivo che è pienamente compatibile e con cui puoi essere (relativamente) produttivo. E anche qui a me la scelta pare ovvia. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 25 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: 0xdeadbeef

    @Kim Allamandola Ma fammi il piacere, tanta attesa per ubuntu e poca attesa per win8. Tra un po' sarà a canonical che brucerà se non si porta dietro un po' di vaselina. Guarda, quel che scrivi si commenta da solo, di certo io mi rifiuto di farlo. Mi sono stancato perché le discussioni con te hanno l'unico scopo di avere l'ultima parola piuttosto che guardare ai fatti. Intanto già un paio di anni fa avevo previsto che canonical si sarebbe buttata a capofitto su questa roba e che si sarebbe trovata nei guai senza produttori. La prima previsione si è avverata, adesso aspetto la seconda. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 26 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @0xdeadbeef: Io a casa uso Ubuntu, quindi con la dock e uno smartphone potrei benissimo fare a meno del PC di casa. Perché non viene incontro alle mie esigenze? Posso installarci esattamente le stesse cose che utilizzo ora sul PC. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 27 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: 0xdeadbeef

    @abral Perché: 1. il tuo PC è tuo, non di casa, non della famiglia, deve venire incontro alle tue esigenze soltanto; 2. usi ubuntu, quindi rappresenti solo una frazione di un 1% di utenti home desktop del mondo, quelli che usano linux; quindi il tuo caso non fa parametro per il mercato. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 28 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @0xdeadbeef: Infatti io sto dicendo che per me è più economico XD E' normale che per chi vuole usare Windows una soluzione del genere non ha molto senso, anche se potrebbe attirare qualche nuovo utente. Il problema dell'utente medio alla fine sta tutto nell'abituarsi a qualche applicazione leggermente differente (tipo LibreOffice al posto di MS Office). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 29 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @0xdeadbeef #25 Vedo file di aziende e CIO in attesa come i fanboy della Apple trepidare per Window8… Allo stesso modo vedo la coda per comprare i nuovi winphone by Nokia… Ah al Cabling quest'anno negli stand di tre aziende con portatili nella sala espositiva due erano Ubuntu, in sala cera qualche mac, qualche XP e Seven ed anche qualche Ubuntu… I risultati dicono che per ora Ubuntu cresce a ritmo incredibile, vedremo negli anni a venire eh!? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 30 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: ice

    <b>domanda</b> ma poi posso usare questo Ubuntu per installarci sopra un server LAMP?!?!?!?! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 31 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @ice: Puoi utilizzare qualunque programma compilato per ARM. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 32 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    lmao Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 33 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: ice

    @ #31 beh, questo apre prospettive impensabili per iPad: potersi tirare appresso dei servizi esportabili, oppure il mirror del sito web aziendale, consultabile tranquillamente offline (prestazioni necessarie a parte) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 34 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @ice Questo non lo trovi più economico, piccolo e compatto per un uso LAMP? <a href='http://is.gd/NHdr3o' rel='nofollow'>http://is.gd/NHdr3o</a> Poi, scherzo a parte (ed OT), per quanto pensi che LAMP tiri, AMP in particolare? Prendi Rocket, Redis, Python, prendi RabbitMQ per le appliance dedicate, chi può volere i vecchi mostri AMP? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 35 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: ice

    @ #34 ti faccio un esempio pratico che forse mi porterà ad implementare questa soluzione già nel 2012: webserver aziendale joomla (LAMP) con funzione di catalogo prodotti online . MISSION: versione offline del sito da installare su tablet per sostituire il vecchio catalogo cartaceo ed avere uno strumento che possa evolvere quotidianamente<i> (il settore alimentare è sottoposto a continue novità di tipo normativo che impongono modifiche alle indicaizoni in etichetta o ai pordotti ed additivi utilizzabili, oltre che porcessi porduttivi. Se poi stai cercando di allargarti ai mercati extra-EU ci sono millemila nove certificazioni e aggiustamenti da fare alle etichette dei prodotti)</I> una app avrebbe costi di sviluppo aggiuntivi mentre questa soluzione mi permette di avere un mirror locale del webserver in questo modo posso avere un sito dinamico che mantiene il caricamento delle immagini sempre veloce, anche in uffici interrati, piuttosto che in zone dell'appennino dove al massimo c'è il gprs, per non parlare della possibilità di potrerlo usare all'estero caricando una veriosne opportumente localizzata senza preoccuparsi di avere il wifi o pagare vertiginose tariffe di roaming . Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 36 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    non ho mica capito cosa non va con questa dock Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 37 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @ice #35 Posto che quel che vuoi fare è una *porcata* di prima specie, troppo spesso richiesta da management incompetente e troppo spesso addirittura proposta per farsi belli perché si è trovato l'uovo di colombo a costo 0 (peccato che il TCO sia n volte il costo iniziale d'una soluzione umana)… Vabbé, sfogo a parte, pensi di poter far girare MySQL+Apache+PHP su un cellofono!? Anche se le nuove CPU arm multicore possono farcela hai delle latenze *insostenibili* per un uso umano! In più Joomla come se la cava nel mobile? Credimi, ti costa *eoni* meno e mal di pancia in meno, rifare una porcata come si deve, puoi usare redis+python+necessitas (http://is.gd/CKVq1Z). Android come iOS come RIM ecc sono tutti accomunati da un problema enorme ed irrisolvibile è *scomodissimo* programmarci sopra e questo è il primo motivo per cui Ubuntu Mobile ha enormi chance di successo, seguito ovviamente dal fatto che Android &c non sono evolvibili e hanno dei limiti spaventosi rispetto ad un "vecchio" classico "os". La soluzione Quick&Dirty non c'è ma redis+python+necessitas ti da un po' di respiro, in alternativa rinunci all'offline (tanto se hai uno smartphone cosa fai senza una connessione?) e prendi bell'e pronto nel market Sales Manager o simili. Questa "novità" come ho già scritto (e pare agli utenti non piaccia) è solo un modo di farsi le ossa lato mobile e tenere alto il volume mediatico per un domani avere Ubuntu Mobile, non è un prodotto usabile od utile. In più questa soluzione non è ancora disponibile, è pensata per funzionare su un monitor esterno con porta hdmi ed è destinata agli OEM, non ci sono installer o rom cucinate che la portino né penso ci possa essere l'interesse a farlo. Diciamo che il tuo problema è l'ennesima dimostrazione di quanto bisogno ci sia di Ubuntu Mobile, di un sistema facile e semplice da programmare e privo di tutti i casini di Android, iOS&c ma dovrai aspettare a lungo e per favore considerare Apache, ma sopratutto MySQL e PHP come soluzioni obsolete da estirpare come la peste! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 38 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: ice

    @ #37 io non dico che la soluzione sia valida in assoluto ma se considero il caso psecifico: _il catalogo ha 100-120 prodotti max (è una semplice vetrina prodotti, non ci son collegamenti al gestionale) _i commericiali sono interni alla unica sede aziendale (per cui aventali porcedure macchinose potrebbero essere svlte dallIT interno _i commericali sono 5 ndr: la connettività gprs va bene sullo smartphone per la mail e le telefonate, non certo per navigare un sito Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 39 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by: ice

    @ #37 l'alternativa piu credibile, budget alla mano, sarebbe una verisone statica del sito da tenere aggiornata in un qualche modo) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 40 su Ubuntu for Android presentato in anteprima al MWC 2012 di Barcellona

    Posted by:

    @ice Tu prova se hai tempo, capirai che è *improponibile* in ogni caso! Sia sul piano delle performance (se anche ci gira MySQL tra una query banale e la risposta passano *secondi* interi!) che sul piano dell'usabilità del sito sullo schermo di uno smartphone! Ad ogni modo ti consiglio di dare un'occhiata a Sales Manager (free e nel market) la connettività anche solo GSM gli è più che sufficiente per accedere ad un catalogo remoto e tenerti un webserver col sito da qualche parte in sede non mi sembra problematico… In ultimo scusa ma con 100-120 prodotti dov'è il problema di far fare un po' di ETL all'ultima ruota del carro indigena? Senza contare che un mysqldump ed un po' di data munging ti permettono di farti etl da solo via script… Un catalogo *statico* con un po' di foto e descrizioni li puoi anche fare con App Inventor! Scritto il Date —


article
9563
Ubuntu for Android presso il MWC 2012 a Barcellona
Canonical porterà Ubuntu for Android al MWC 2012 di Barcellona, l’evento più importante del settore mobile: quale potrà essere la risposta dei consumatori?
http://www.ossblog.it/post/9563/ubuntu-for-android-presentato-in-anteprima-al-mwc-2012-di-barcellona
2012-02-27T07:00:08UTC
http://media.ossblog.it/th/2012/2/p9563-620x350.jpg
canonical,mobile,dispositivi portatili,interfacce grafiche,sistemi operativi,applicazioni multi-piattaforma
tecnologia