Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall'inizio dello sviluppo

Scritto da: -

Scribus 1.4.0Scribus, l’imponente applicazione per la desktop publishing, è stata aggiornata alla versione 1.4.0. Il major upgrade ha richiesto (quasi) quattro anni d’intenso lavoro ed è stato ufficializzato col Capodanno. La novità più rilevante è costituita dal passaggio all’infrastruttura delle Qt4 — per tutti i sistemi operativi supportati.

Disponibile per Linux, *BSD, Mac OS X e Windows, Scribus 1.4.0 supporta pure OS/2 Warp ed eComStation di IBM. È rilasciato sotto licenza GPLv2. Un modo semplice per descrivere Scribus – un programma complesso – è il paragone con un’altra applicazione equivalente: può essere considerato un’alternativa, open source, ad Adobe InDesign.

Le modifiche apportate a Scribus con l’aggiornamento sono tante e, in particolare, occorre prestare attenzione al formato dei documenti: i file creati con Scribus 1.4.0 non sono compatibili coi rilasci precedenti. Riguardo ai numeri di versione, in futuro saranno ridotti a un decimale. Ad esempio, la prossima stabile sarà la 1.5.0.

Entrando nel merito delle nuove funzionalità, Scribus 1.4.0 cerca di risolvere l’annoso problema con la cronologia delle modifiche. Quasi tutte le operazioni sul testo possono essere annullate e/o ripristinate. Scribus ha ottenuto il supporto degli schemi di colore “nativi” d’altre applicazioni — inclusi alcuni profili commerciali.

Il valore aggiunto di Scribus, rispetto ad altri programmi di design per la comunicazione, sono gli script per l’emulatore del terminale: la versione 1.4.0 consente il rendering dalle applicazioni che supportano PDF, PNG e PostScript. Un nuovo filtro d’importazione aggiunge AI, CVG, FIG, PICT, SHAPE, SML e WMF tra i file vettoriali.

Sarebbe impossibile riassumere degnamente tutte le funzioni aggiunte con l’aggiornamento di Scribus. Una lista esaustiva è consultabile dalle note di rilascio per la versione 1.4.0. Un’ultima funzionalità interessante è l’emulazione a schermo dei risultati per chi è afflitto da patologie che disturbano il riconoscimento dei colori.

Via | The H Online

Vota l'articolo:
3.75 su 5.00 basato su 8 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall'inizio dello sviluppo

    Posted by:

    qualcuno mi puo togliere una curiosità? cosa cambia tra un programma tipo scribus e uno tipo libreoffice writer? o volendo tra inDesign e word? grazie Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall'inizio dello sviluppo

    Posted by: gondor

    Word (come Wireter) è un "semplice" editor di testi, mentre InDesign Adobe InDesign è un programma per la produzione editoriale rivolto all'editoria professionale. Con InDesign puoi gestire tutte le fasi della creazione di un libro senza avere problemi e raggiungere una complessita che word e writer non permettono Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall'inizio dello sviluppo

    Posted by:

    si ok, questo l'avevo capito. ma nel concreto potresti farmi un esempio di una cosa che si puo fare con scribus e non si puo fare con writer? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall'inizio dello sviluppo

    Posted by:

    qui trovi alcune spiegazioni Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall'inizio dello sviluppo

    Posted by:

    <a href='http://wiki.scribus.net/canvas/Elaborazione_di_testi_e_DTP' rel='nofollow'>http://wiki.scribus.net/canvas/Elaborazione_di_testi_e_DTP</a> Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall&#039;inizio dello sviluppo

    Posted by:

    @xanScale per riassumertelo in poche righe: definisci il nome "canvas" come quello spazio, generalmente bianco, in cui scrivi; gli word processor hanno un canvas pensato "a righe", tu scrivi ed il testo viene distribuito in righe orizzontali puoi variare proprietà come il font, l'interlinea, l'allineamento ecc ma nulla più. Un esempio classico è la gestione delle immagini nel testo, orrida da gestire in un word processor, far fluire il testo intorno, scrivere testo obliquo o cmq non orizzontale, realizzare diagrammi contenenti testo ecc. richiede un lavoro extra non da poco e spesso è impossibile o brutto. I software DTP al contrario sono "più scomodi" se vuoi scrivere e basta ma ti rendono iper-facile la vita se vuoi creare forme di testo, inserire immagini ben integrate nel testo, realizzare oggetti misti di testo e grafica (es. dei digrammi) ecc. Per farti un'idea cerca su youtube&c un video di scribus e vedi la differenza :-) Personalmente trovo Scribus molto comodo, con una UI da migliorare ma comodo, ciò che *non mi va giù* è che da una versione all'altra non puoi importare i file, non dico modificarli come se nulla fosse, ma per lo meno *aprirli* ed in qualche modo "convertirli" al nuovo formato; se fai un lavoro a cavallo di una release cosa fai? Resti con la vecchia fino alla fine e poi non puoi usare più i vecchi lavori che hai fatto nel tempo? Non potendo importarli puoi solo prima di aggiornare esportarli in formati non nativi e poi imprecare per riusarli se serve. Cambiare questo per me è priorità massima! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall&#039;inizio dello sviluppo

    Posted by:

    @Kim Allamandola grazie per la spiegazione, comunque da quello che so i file sono adattabili in avanti. cioè la versione nuova ti converte i file della vecchia nel suo nuovo formato credo Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall&#039;inizio dello sviluppo

    Posted by:

    @xanScale #7 figurati :-) è da quasi un anno che non uso scribus ma l'ultima volta che l'ho fatto la retrocompatibilità non c'era (usavo la 1.5-qualcosa svn via ppa e mi avevano passato dei file fatti con la 1.? ad ogni modo precedente alla 1.5), ad ogni modo mi hai messo un dubbio ed ho ricontrollato: due file che avevo fatto l'anno scorso li ha aperti, un altro no, e se li apri con vim non c'è nulla di strano (i .sla sono xml)… Altra cosa fastidiosa appena notata è che le immagini inserite in un documento se non si trovano nello stesso path non le apre iow non aggiunge a-la-makeself le immagini al .sla, le lascia dove sono solo linkandole, una rogna se passi file in giro. 'Somma, scribus per quel che ci faccio (quasi zero) fa il suo lavoro ma ha ancora cose un pelino fastidiose da limare… In altro campo gli sviluppatori di Blender han fatto un'ottimo lavoro col passaggio da 2.4x a 2.5x, scribus invece mi sembra un po' vegetare… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Scribus 1.4.0, il rilascio a quattro anni dall&#039;inizio dello sviluppo

    Posted by: coachoutlettt

    The mother <a href="http://www.chanel-bags-storei.net/" rel="nofollow">Chanel Bags</a> did not <a href="http://www.coach-outlett.com/" rel="nofollow">Coach Outlet</a> answer questions <a href="http://www.louis-vuittonn.net/" rel="nofollow">Louis Vuitton</a> about,rest of what's said was obscured by the screams of the young child. Scritto il Date —