WebGL è in beta e approda su Google Chrome per Linux, OS X e Windows

WebGLNella tarda serata di ieri è stato ufficializzato l'ingresso del supporto sperimentale a WebGL in Google Chrome. WebGL è un'implementazione per il browser di OpenGL ES 2.0 del Khronos Group e permette di visualizzare/interagire con animazioni complesse. Un esempio recente è KataSpace, un mondo virtuale alla SecondLife che è stato realizzato in WebGL ed è accessibile dal browser. Le prospettive che si aprono sono le più disparate.

L'esperimento che sta facendo parlare di sé riguarda la navigazione del corpo umano in 3D: il progetto è stato realizzato al 20% da Google e mostra l'applicazione di WebGL all'apprendimento. Il modello può ruotare e gli organi nascosti o, mostrati sfruttando l'opacità del canale alpha per scoprire ossa, nervi, ecc.; tutto da Chrome e dai browser che supportano WebGL, soprattutto basati sul backend WebKit. Funziona pure su Linux.

È necessario installare la beta di Chrom* per OS X, Windows oppure inclusa tra i pacchetti delle distribuzioni. Non esiste il download diretto per Linux da Google, ma Debian e Ubuntu possono installare Chrome dal repository per APT. Numerosi esempi possono essere visualizzati nella categoria dedicata a WebGL su Chrome Experiments. Un altro passo avanti verso una nuova dimensione del web. Certi progetti sono eccezionali.

Via | Chromium

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 12 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO