Google non si ferma ai video e pubblica WebP, un formato per le immagini

WebM Developer PreviewAbbiamo parlato spesso di WebM, il formato video promosso da Google per superare i limiti dei codec proprietari del consorzio MPEG-LA. Dopo le iniziali polemiche da parte dell'OSI, il cambio di licenza ha convinto un po' tutto il mondo open source. Tanto che Google non si è fermata e ieri ha svelato WebP, un progetto parallelo che però si rivolge alle immagini. WebP rientra sempre nel novero del container VP8.

Non è un problema di royalty quello che ha spinto Google a concepire WebP. Un'altra prerogativa di Google è rendere il web più veloce: WebP è un formato alternativo a JPEG che, basato su RIFF, promette un livello di compressione fino al 65% più elevato. Senza perdite di qualità.

Almeno, non così significative: per farsi un'idea delle differenze è possibile consultare una galleria d'esempio che mostra lo stesso scatto in formato JPEG affiancato a WebP. Per il momento soltanto gli ultimi snapshot di Chromium supportano WebP: è interessante il fatto che il formato potrebbe supportare presto la trasparenza e "insidiare" addirittura PNG.

Via | Chromium

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO