Wine 1.2 è stabile e supporta i 64-bit

WineWine 1.2 è finalmente stabile e introduce una serie di funzionalità tra cui spicca il "famigerato" supporto ai sistemi a 64-bit per Linux. La feature era in cantiere da tempo. Ora le applicazioni a 32-bit vengono automaticamente reindirizzate a WoW64 per funzionare al meglio coi processori x86-64 (la versione a 32-bit, com'è intuibile, non le supporta). Il core di Wine ha ottenuto anche il supporto ai symlink e agli UUID originari dei dischi in uso.

L'interfaccia grafica di Wine 1.2, fra i maggiori limiti del programma, è stata rinnovata usando le icone del progetto Tango! per un'integrazione più degna col desktop environment. Il mouse supporta parzialmente le animazioni, mentre la localizzazione italiana è stata completata. Sempre parlando d'impatto grafico sono stati aggiunti i font di tipo subpixel che migliorano la vista sugli schermi LCD. Wine si sta conformando al resto del sistema.

Molte novità riguardano OpenGL e Direct3D: numerose estensioni sono state implementate. Wine ora supporta l'uso del joystick anche su OS X per una migliore fruizione dei giochi nativi per Windows. A livello di compatibilità Wine 1.2 richiede l'uso dei thread NPTL su Linux ed è retro-compatibile con le versioni precedenti (benché a 32-bit). Una release di tutto rispetto che si attendeva da tempo, ferma restando la necessità di programmi per Linux.

Via | WebUpd8

Vota l'articolo:
3.78 su 5.00 basato su 9 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO