Mandriva spinge per il concorrente all'Eee PC

GDium

Seguendo le orme di Xandors, Mandriva si è lanciata nel mercato dei cosiddetti subnotebook (dopo l'esperienza Classmate), occupandosi della realizzazione del sistema operativo che equipaggerà l'imminente GDium.

Dispaly da 10", risoluzione di 1024x600 pixel, 1.1kg di peso e durata della batteria pari a quattro ore, sono le caratteristiche salienti di questo concorrente dell'Asus Eee Pc. Particolare curioso è la CPU di questo prodotto: non si tratta né di un processore Intel, né AMD e neppure VIA.

Il cuore del GDium è infatti costituito dal processore Loongson, sviluppato dalla Chinese Academy of Sciences e basato sul design delle CPU MIPS.

Sprovvisto di disco fisso, GDium si affida alla memoria flash estraibile G-Key per archiviare il sistema operativo, le applicazioni e i dati personali.

Proprio questo componente è la chiave con cui i produttori sperano di ottenere successo: ogni utente provvisto di G-Key potrà infatti inserire la chiave in qualsiasi GDium ed accedere al suo ambiente personale, senza lasciare alcuna traccia.

GDium sarà disponibile a partire da settembre 2008, con un prezzo previsto intorno ai 400€.

GDium
  
  

via | OSNews

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO